Le caratteristiche di Dryflex

Idrofobico

Dryflex® è in grado di mantenere permanentemente le caratteristiche di idrofobicità senza perdere le caratteristiche di comfort, elasticità e traspirabilità tipiche del poliuretano espanso flessibile. L’impermeabilità all’acqua e alle soluzioni acquose, impedisce l’assorbimento del liquido all’interno della sua struttura cellulare, evitando la spiacevole sensazione di bagnato.

Resiste ai raggi UV

Dryflex® resiste ai raggi UV permettendo un più lungo mantenimento nel tempo delle caratteristiche fisico-meccaniche.

Igienico

Uno speciale trattamento a cui viene sottoposto Dryflex® (ultrafresh) consente di contrastare la proliferazione di batteri (principale causa di allergie e asma) e di muffe (principale causa del cattivo odore e della degradazione), riuscendo, in questo modo, a preservare nel corso del tempo le condizioni igieniche e di freschezza del poliuretano.

Eco-compatibile

Dryflex® viene prodotto con l’innovativa tecnologia VPF (Variable Pressure Foaming) che, in fase di schiumatura, sfrutta il vuoto e la pressione come variabili di processo permettendo di non impiegare agenti espandenti dannosi per l’ambiente (CFC/HCFC, cloruro di metilene e CO2) ottenendo un materiale totalmente eco-compatibile e riciclabile.

Ricerca & Sviluppo

Pelma S.p.A. è una realtà italiana leader nella produzione del poliuretano espanso flessibile.

Costanti investimenti in Ricerca e Sviluppo, partnership con i più importanti fornitori di materie prime, una collaborazione con il Dipartimento di Chimica Industriale “Toso Montanari” dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, hanno permesso al Laboratorio R&D di Pelma di mettere a punto un nuovo materiale con straordinarie caratteristiche prestazionali, innovativo e strategico.

Il primo poliuretano espanso flessibile IDROFOBICO

Intervista al Prof. Massimiliano Lanzi - Università di Bologna -

Intervista al Dott. Domenico Mezzino - Dryflex -

Certificazioni

Angolo di contatto con acqua 

Angolo di contatto con olio

Crescita di muffe

Prova di Capillarità 

Prove di  immersione

Grado di bagnabilità superficiale

Resistenza agli UV

(A cura del Dipartimento di Chimica Industriale “Toso Montanari” dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna)